Benevento, la ruota della fortuna: tutto cominciò con un calcio di rigore

- Sport IlVaglio.it
Lorenzo Montipò
Lorenzo Montipò

In questa stagione agonistica che s'è fatta beffe del calendario, oggi che sappiamo come è andata a finire, è possibile trovare un segno premonitore della splendida galoppata del Benevento calcio? Domanda retorica, ovviamente. Risposta affermativa e lancette riportate davvero a tanto tempo fa, allo spirare del mese di agosto 2019. Addirittura alla prima giornata del campionato di serie B, debutto esterno contro il Pisa neopromosso. Un debutto davvero poco esaltante: due soli tiri nello specchio della porta, tutta la squadra da rivedere.

Su di essa erano riposte ambizioni, dopo la rocambolesca eliminazione nella semifinale play-off dell'anno precedente e la (ri)costruzione del mercato, certo affatto accantonate dopo i primi 90 minuti non privi di dubbi.

Eppure che qualcosa fosse davvero mutato lo si potè desumere da un percettibile accidente: la ruota della fortuna, componente della quale non si fa a meno nel cucinare un piatto gradevole al palato, prese a girare per il verso giusto.

Messo in discussione dopo le incertezze della ricordata semifinale casalinga che costò l'eliminazione dalla decisiva fase post-stagionale 2018/2019 (e che segnò l'addio al sogno dell'immediato ritorno in serie A) al cospetto del non irresistibile Cittadella, il titolare fra i pali Lorenzo Montipò all'ultimo minuto gela l'Arena Garibaldi e riesce ad evitare il tracollo ai suoi, neutralizzando un calcio di rigore concesso per un inopinato e maldestro intervento di Del Pinto su Marconi.

L'estremo difensore giallorosso respinge e poi blocca il pallone calciato dallo stesso Marconi ed il Benevento in luogo della beffa porta a casa, dalla trasferta pisana, il primo punto della sua serie B 2019/2020. Un punto in apparenza striminzito, ma un punto come il primo “piccolo passo” del “lungo cammino” che lo attenderà...