Scoperte due tombe a Benevento di presumibile epoca longobarda - Fotogallery

- Cronaca IlVaglio.it

Due tombe di presumibile datazione nell’epoca longobarda sono state scoperte alla sinistra (guardando) della Chiesa dei Santissimi Cosma e Damiano a Benevento. Il rinvenimento è avvenuto in una delle più significative zone archeologiche esistenti nel capoluogo sannita (Vai alla Fotogallery). L’area, infatti, dista solo pochi metri dal Ponte Leproso uno dei monumenti, questo di epoca romana, più noti di Benevento. L’ipotesi di datazione longobarda è sorta per il tipo di tomba a sommità verticale, del tipo di una quella che emerse anni fa nei pressi della Chiesa del Santissimo Salvatore alla spalle della Prefettura.

Stavolta si è trattato di due tombe, poste una affianco all’altra, a una profondità di un metro e mezzo dal suolo. La prima è apparsa più scomposta, la sottostante invece era conservata meglio e ha mostrato due scheletri che sono emersi come se fossero abbracciati tra loro.

Nella zona, attualmente, sono in corso dei lavori nel deposito EAV per la realizzazione dei quali – data la ricchezza archeologica citata – la Soprintendenza Archeologica ha richiesto l’effettuazione di alcuni scavi preliminari che, appunto, hanno dato per ora questi risultati. Oltre gli scheletri, dalle prime notizie apprese, pare non siano stati trovati dei corredi funerari.

La zona in questione, Contrada S. Clementina, è limitrofa alla estesa, e già emersa alcuni decenni fa, area archeologica di Contrada Cellarulo.