Campi elettromagnetici nella pista ciclopedonale azzerati: Terna viene incontro agli ambientalisti e ai cittadini delle contrade

- Ambiente Sanità IlVaglio.it

Scrive Sandra Sandrucci per l'associazione Altrabenevento : Nel mese di febbraio dello scorso anno, il Sindaco, a seguito della denuncia di Altrabenevento, aveva ordinato la sospensione dei lavori che la Terna aveva in corso di esecuzione sulla pista ciclopedonale di Contrada Pantano, per tutelare la salute dei frequentatori della pista e dei numerosi cittadini residenti.

Nel progetto di Terna,infatti, erano previsti sulla pista ciclopedonale campi elettromagnetici pari a 97,5 µT invece dei 3µT consentiti dalle leggi vigenti.Nei giorni scorsi,dopo 13 mesi di silenzio, la Terna ha sollecitato un incontro con il Sindaco , le associazioni e i comitati delle contrade, che in questi mesi si sono battuti senza sosta per la tutela della salute dei cittadini di Benevento contro i campi elettromagnetici, generati dagli elettrodotti che la Terna sta realizzando nel territorio comunale.

Stamani, pertanto, si è tenuta la richiesta riunione nel corso della quale la Terna ha dichiarato di voler accedere alle richieste dei cittadini di Benevento e che pertanto provvederà a depositare un nuovo progetto che prevede l'azzeramento al suolo dei campi elettromagnetici sulla pista ciclopedonale di Contrada Pantano.

Erano presenti alla riunione il Sindaco con l'Ing. De Marco del settore urbanistica, l'associazione Altrabenevento, il Presidente del Comitato Pantano, il Presidente e i rappresentanti del Comitato San Vitale e il rappresentante del Comitato La voce delle Contrade, ai quali è stato illustrato il nuovo progetto e gli accorgimenti tecnici ai quali la Terna ha deciso di ricorrere al fine di abbattere i campi elettromagnetici sulla pista frequentatissima dai cittadini.

La Terna si è impegnata ad eseguire i lavori con il minimo disagio possibile, al fine di consentire comunque l'utilizzo della struttura da parte dei cittadini, soprattutto con l'arrivo della stagione primaverile.

La Terna, a seguito di precise richieste dei Comitati presenti, si è impegnata altresì a mitigare l'impatto dell'elettrodotto a 380KV sulla zona densamente popolata di San Vitale, dove i lavori saranno sospesi fino alla fine di aprile per consentire a Terna l'elaborazione di idonee misure di riduzione dell'inquinamento elettromagnetico a tutela della salute dei residenti. Per tale periodo è stato fissato un ulteriore incontro tra le parti oggi presenti.